L'Acqua e la vita

Siamo fatti di acqua, il nostro corpo ne è infatti composto per il 70%. L’acqua svolge un ruolo essenziale: è il mezzo di trasporto di tutte le sostanze che vengono scambiate tra le varie cellule che compongono il nostro organismo. Per poter svolgere correttamente le proprie funzioni e mantenere sano l’organismo, l’acqua nel corpo deve venire costantemente rinnovata. I liquidi persi attraverso la sudorazione, l’urina e le diverse funzioni organiche devono essere reintegrati. Ecco perché bisogna bere spesso, senza aspettare di aver sete. L’assunzione di acqua, oltre ad avere scopi di tipo fisiologico, va considerata anche come una pratica assolutamente benefica in quanto essa esercita una funzione fisiologica molto importante, l’integrità dei nostri tessuti è, infatti, assicurata anche da un giusto equilibrio idrosalino all’interno di ogni singola cellula del nostro organismo. Le acque minerali naturali vengono classificate in base alla composizione in oligoelementi e sali minerali.

La suddivisione classificativa è necessaria anche in funzione proprio degli effetti biologici da sempre riconosciuti alle acque minerali e che sono:


Minimamente Mineralizzate

Per particolari indicazioni come per esempio la ricostituzione di latte per l’infanzia. (Il tenore di sali minerali non è superiore a 50 mg/l)


Oligominerali

Azione diuretica, azione antispastica. (Il tenore di sali minerali non è superiore a 500 mg/l)


Ricca in sali minerali

Indicate negli stati di carenza di calcio e magnesio ed altri minerali. (Il tenore di sali minerali, è superiore a 1500 mg/l)


Contenente bicarbonato

Azione anti –infiammatoria per le acque bicarbonato-alcaline , di facilitazione dei processi digestivi ed antispastica per le acque bicarbonate-calciche. (Il tenore di bicarbonato è superiore a 600 mg/l)


Solfata

Effetto antispastico , antinfiammatorio, indicate nelle malattie dell’apparato digerente e delle vie biliari; gastriti croniche aspecifiche, colon irritabile, stipsi cronica semplice, litiasi epatica, discinesi delle vie biliari. (Il tenore di solfati , è superiore a 200 mg/l)


Calcica

Un uomo adulto ha circa 1000-1200 grammi di calcio nel corpo ( 800-900 gr la donna) di cui il 90% come riserva nello scheletro, il rimanente all’interno delle cellule e nel fluido extracellulare. Quantità raccomandate nella dieta giornaliera in vari paesi 800-1000 mg/die. Indicata nella prevenzione dell’osteoporosi e dell’ipertensione. (Il tenore di calcio , è superiore a 150 mg/l )


Magnesiaca

Il Magnesio è il quarto ione più importante nell’organismo umano ed il secondo, dopo il potassio all’interno delle cellule. Effetto antispastico , antiflogistico indicata nelle malattie dell’apparato digerente (stipsi cronica) ed in carenza di magnesio. (Il tenore di magnesio , è superiore a 50mg/l)


Ferrugginosa o contenente Ferro

Indicata nelle anemie da carenza di ferro. (Il tenore di ferro bivalente , è superiore a 1 mg/l)


Acidula

Indicata nelle gastropatie croniche aspecifiche. (Il tenore di anidride carbonica libera è superiore a 250 mg/l)


Sodica

Indicata in stati di carenze specifiche. (Il tenore di sodio è superiore a 200 mg/l)


Acque a basso contenuto di Sodio

Indicate per le diete povere di sodio. (Il tenore di sodio , è inferiore a 20 mg/l)

Fonte: Mineracqua; A cura del Prof. Antonio Boccia, Docente di Igiene dell’Università di Roma “La Sapienza”.

QUATTRO MODI DI BERE


Acque Trattate

  • Di Rubinetto

    Che cos'è: E’ quella che viene dall’acquedotto ed è distribuita tramite la normale rete idrica. A seconda del territorio, può essere di fiume, di falda, di lago o anche di mare destalinizzata.
    Caratteristiche: Per renderla potabile deve essere nella maggior parte dei casi trattata, in modo più o meno pesante in base alla provenienza. Ci sono limiti precisi, a differenza della minerale, per il cosiddetto residuo fisso.
    Da Sapere: Il gusto, il sapore di cloro, è ciò che frena molti dal consumarla. I disinfettanti usati per renderla potabile possono produrre sostanze dannose.

  • Purificata

    Che cos'è: E’ acqua potabile, di solito proveniente dall’acquedotto, migliorata. Viene trattata con filtri speciali per togliere sostanze indesiderate, odori e sapori sgradevoli.
    Caratteristiche: Fanno parte di questa categoria l’ ”acqua alla spina”servita in molti ristoranti in belle bottiglie di vetro, come pure alcune acque imbottigliate che però non possono recare sull’etichetta la scritta “acqua minerale”.
    Da Sapere: Non ci sono ancora norme precise che regolamentino nella ristorazione la diffusione di questi impianti.

Acque non trattate

  • Minerale

    Che cos'è: Ha origine da falde o giacimenti sotterranei e, alla fonte, deve essere microbiologicamente pura. E’ regolamentata da varie leggi e decreti,il primo dei quali risale al 1916.
    Caratteristiche: Non è soggetta ad alcun trattamento di disinfezione. Segue regole diverse da quelle dell’acqua potabile per la presenza di minerali e di alcune altre sostanze.
    Da Sapere: Le acque ricche di minerali possono avere controindicazioni non riportate in etichetta e quindi dovrebbero essere consigliate dal medico. Quanto ai nitrati, la concentrazione massima ammessa è 45 mg/l, 10 mg/l per l’infanzia.

  • Di sorgente

    Che cos'è: E’ quella nota, nei paesi anglosassoni come spring water. In Italia è stata introdottala possibilità di commercializzarla con un decreto del 1999.
    Caratteristiche: Deve essere microbiologicamente pura alla sorgente come le minerali, ma rispettare i criteri di composizione fisico-chimica dell’acqua potabile: in sostanza, non può contenere minerali in quantità elevate. Si trova in boccioni, in bidoncini da 5 litri o anche in bottiglia.
    Da Sapere: Alcune acque minerali sono state tolte dal commercio e sono ricomparse come nuove marche di acqua di sorgente. E’ un mercato in espansione.

Fonte: Panorama, 1° Aprile 2004 – N. 14 Dossier: Buone acque e cattive acque”.