UNA MERENDA A BASE DI FRUTTA FRESCA

04 Ottobre 2017

Oltre ai pasti classici della giornata, pranzo e cena, sono fondamentali i break del mattino e del pomeriggio: ovvero la merenda. Mangiare correttamente, rispettando i quantitativi, aiuta la salute e sprona l’energia del nostro corpo.

Meglio prediligere prodotti naturali, sani, privi di zuccheri aggiunti e non confezionati. Molto spesso il lavoro e la mancanza di tempo ci costringono a ottimizzare, ma ritagliarsi 5 minuti per concedersi una mini pausa di sano relax alimentare favorisce il nostro umore.

Spazio alla frutta vera protagonista della merenda, il modo migliore è assumerla lontano dai pasti per non perdere i suoi benefici, allora ben vengano le due pause quotidiane. Scegliete sempre frutta di stagione, magari coltivata in zona o in Italia, e se possibile una macedonia preparata la sera prima o la mattina prima di uscire. Come variante un frullato con latte di soia o un centrifugato energetico di verdura e frutta insieme, da conservare in un thermos o una bottiglia di vetro.
Per chi non può rinunciare ai dolci consigliamo una tazza di tè verde o alla menta con biscotti vegani, magari speziati con la cannella o con il miele, oppure una fetta golosa di torta al cioccolato vegan. Ottimi anche lo yogurt fatto in casa, quello di soia o di latte di riso, da consumare la mattina con aggiunta di frutta e mandorle tritate, è il modo migliore per rilassarsi e placare la fame.
Invece per chi ha la possibilità di lavorare da casa le chance di sgranocchiare qualcosa sono sempre a portata di mano: spazio alla frutta secca e fresca, oppure a una fetta di pane casalingo, magari di kamut, con marmellata bio di fichi o di more senza zuccheri aggiunti. Ideale per i pomeriggi estivi una bella fetta di pane ai cereali con pomodoro, tofu e un filo leggero di olio extravergine d’oliva.
Infine ottima anche una tazza di cereali integrali con latte di soia e frutta; in alternativa potete sostituire il latte con un succo di frutta, rendendo ancora più sano il vostro spuntino.

[Grazie ai consigli di Green Style]